Articoli

bici elettrica o scooter

Bici elettrica o scooter elettrico: differenze e caratteristiche

Una delle domande che si pone chi desidera acquistare un mezzo ecosostenibile è: bici elettrica o scooter? Nonostante questi due mezzi sembrino apparentemente molto simili, in verità risultano estremamente differenti, sia da un punto di vista strutturale che legale.
Per tale ragione, prima di procedere con l’acquisto, meglio scoprire caratteristiche e differenze di questi veicoli a due ruote così diffusi.

Bici elettrica o scooter: caratteristiche bici elettrica

La bici elettrica è un veicolo a due ruote che si distingue dalla bici tradizionale per la presenza di motore e batteria. La differenza sostanziale con lo scooter si basa proprio sul funzionamento del motore che si attiva solo ed esclusivamente quando si comincia a pedalare e non a bici ferma. Questa componente elettrica è molto utile per il ciclista: agevola la pedalata, sia in rettilineo che su strade ripide e soprattutto permette di fare sport senza compiere eccessivi sforzi. Con la bici elettrica, a differenza dello scooter, si può transitare sia in zone pedonali che a transito limitato poiché il mezzo non è catalogato come ciclomotore. L’alimentazione del motore può raggiungere solo ed esclusivamente i 25km/h, non oltre e non di meno. In caso contrario, questo cessa di funzionare. Un’altra differenza? Una bici può diventare elettrica usufruendo di un kit specifico mentre lo scooter assolutamente no.

LEGGI ANCHE: Bici elettrica al posto dell’auto: quanto risparmieresti

Bici elettrica o scooter: caratteristiche dello scooter elettrico

Lo scooter elettrico, a differenza della ebike, possiede sì un motore ma che si alimenta anche da fermo ed in continuazione. Nonostante questo mezzo possegga dei pedali non significa che possa essere paragonato ad una bici elettrica. Questi servono solo a mantenere l’autonomia dello scooter, ad aumentare la velocità e a procedere in assenza di batteria. A differenza della bici elettrica, per guidare lo scooter elettrico, il Codice della Strada prevede il possesso della patente AM, l’ausilio del casco ed anche l’immatricolazione con annessa targa di riferimento. Con lo scooter non si può procedere in zone a traffico limitato, men che meno in zone pedonali.
Inoltre, chi lo utilizza come fosse una bici elettrica può ricevere una denuncia ed una multa anche fino a €2.000.